Aglio: l'antibiotico naturale per eccellenza... da 5000 anni!
Fonte: Pixabay

Aglio: l'antibiotico naturale per eccellenza... da 5000 anni!

Nome latino: Allium sativum L.
Famiglia: Liliaceae
Parti utilizzate: il bulbo per scopi alimentari e curativi. Può essere assunto fresco, in capsule, nel cibo o in soluzione alcolica. Più forte è l'odore più efficace è il suo potere curativo.
Come si conserva: può essere essiccato.
Un po' di storia: è originario dell'Asia Centrale e il suo uso in campo medico sembra risalire a circa cinquemila anni fa. Sembra che ai costruttori delle piramidi e ai soldati romani sottoposti a lunghe marce venissero somministrate quotidiane razioni di aglio per aumentarne la resistenza. I suoi poteri erano così riconosciuti e apprezzati che si riteneva proteggesse anche dalla magia nera e dai vampiri.

Proprietà

L'aglio ha un'azione ipotensiva, antisettica, espettorante, antibatterica, antivirale, antispastica, antifungina, immunostimolante.
È ritenuta una delle piante indispensabili, grazie alla poliedricità delle sue proprietà, sia a livello alimentare sia a livello curativo.
Ha un'elevata efficacia antibiotica e aiuta a potenziare il sistema immunitario. Anche a livello medico viene ormai accettata la sua utilità nel trattamento di malattie causate da batteri resistenti e rispetto ad altre erbe risulta attivo anche contro i virus.
In caso di infezioni batteriche va consumato crudo o spremuto in succo.
Sconfigge le infezioni batteriche dell'apparato gastrointestinale rapidamente, così come rapidamente agisce se utilizzato sul piede d'atleta o su infezioni superficiali della pelle.

È ricco di oligoelementi e sali minerali, contiene vitamina A, B1, B2, PP e C.
Inoltre risulta efficace per combattere dolori reumatici, catarri bronchiali, vermi intestinali, per abbassare il colesterolo e abbassare la pressione sanguigna.
Cosa aspettate quindi a usarlo?
L'inibizione sociale all'uso dell'aglio è dovuta certamente al suo forte e poco piacevole odore. Ma il problema può essere tranquillamente superato in due modi: o lo si prende la sera o potete acquistare in erboristeria le capsule.
Non avete più scusanti!

In cucina

Viene usato per aromatizzare minestre, minestroni, pesci arrostiti e carni in generale, oltre che per cucinare le verdure.

Avvertenze

L'aglio può non essere adatto per chi soffre di pressione bassa, ai malati di fegato, a chi soffre di dermatosi squamose o di irritazioni allo stomaco e all'intestino.

Sembra inoltre che sia controindicato per le mamme che allattano poiché altera il sapore del latte e potrebbe interferire con l'allattamento.

Preparazioni

Contro i dolori reumatici
Si schiacciano 30 g di spicchi di aglio e si mescolano con 50 g di olio di oliva caldo e succo di limone. Si massaggia la parte indolenzita per 5 minuti e si copre con un termoforo o un tessuto di lana.

Contro il catarro bronchiale causato dal fumo
Si fanno bollire 4 spicchi di aglio  in 100 ml di latte. Si filtra e si può dolcificare con un cucchiaino di miele. Assumerne 2 tazzine al giorno, al mattino e alla sera.

Contro le punture di vespa e di zanzara
Un rimedo efficace provato sulla mia pelle in caso di puntura di vespa è quello di strofinare due metà di uno spicchio di aglio sulla zona interessata. Si deve fare appena si è punti e bisogna lasciarcelo per una mezz'oretta. Nel giro di poco il dolore magicamente sparisce e il gonfiore viene tenuto sotto controllo. Dopo aver tolto l'aglio spalmateci un po' di  miele e vedrete che il gonfiore si attenuerà.

Nota bene: se siete soggetti allergici alle punture di vespa probabilmente questo rimedio non servirà a nulla, dovete sentire il medico e farvi consigliare da lui. Se non siete allergici ma vedete che non migliorano né il dolore né il gonfiore vi consiglio di rivolgervi al medico o al vostro farmacista (gli effetti dei rimedi variano da persona a persona a seconda della sensibilità individuale).

Se le odiose zanzare vi stanno massacrando e siete pieni di punture che vi provocano un prurito da scuoiarvi la pelle il mio consiglio è, come per le punture di vespa, di strofinarci l'aglio: creerà una pellicola protettiva che allevierà il prurito e nello stesso tempo vi aiuterà a sgonfiare la zona aggredita. Lo so che non è il massimo, ma non si può avere tutto!

Torna in alto
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.