Cannella: contro il mal di gola... e non solo. Ecco come utilizzarla!
Fonte immagine: https://flickr.com/photos/big_t_2000/8331195220/

Cannella: contro il mal di gola... e non solo. Ecco come utilizzarla!

Nome latino:  Cinnamomum zeylanicum Nees (originaria dell'isola di Ceylon)
Famiglia: Lauraceae
Parti utilizzate: la corteccia dei rami
Un po' di storia: è tra le spezie più antiche che si conoscano.
La cannella da noi utilizzata in cucina proviene da due specie della famiglia Cinnamomum: la Zeylanicum (più pregiata e con maggiori proprietà terapeutiche) e la Cassia.
La cannella vanta una storia millenaria, era già usata dagli antichi Egizi nel 3000 a.C. per le imbalsamazioni e in Cina il suo uso, soprattutto nel campo medico, è attestato già nel 2700 a.C.
Nel Medioevo i nobili la portavano in dono a re e regine come simbolo di prestigio, tanto da guadagnarsi l'appellativo di spezia dei re.
In Oriente è tradizionalmente utilizzata come stimolante e per curare disturbi come raffreddore, indigestione, reumatismi.
È da sempre considerata come una spezia dalle mille proprietà terapeutiche e curative.

Proprietà

La cannella ha proprietà aromatizzanti, stimolanti, digestive, astringenti, antisettiche, carminative (cioè in grado di ridurre o eliminare il gonfiore intestinale).
I polifenoli contenuti in questa spezia, la cui attività nell'organismo è paragonabile a quella dell'insulina, riducono la glicemia ed evitano che il glucosio nel sangue si trasformi in deposito di grasso.
Ha proprietà antibatteriche e antisettiche, in particolare a carico delle vie respiratorie, inoltre riesce a stimolare il sistema immunitario: ecco perché è un ottimo rimedio contro il raffreddore.
A piccole dosi ha proprietà stimolanti e tonificanti dell'organismo in generale, riduce o elimina i gas che si formano nello stomaco e nell'intestino, accelera la respirazione e il battito cardiaco.
Aiuta a frenare le emorragie e regola il flusso mestruale oltre ad essere un'ottima alleata contro la fame nervosa.
È un potente antiossidante naturale.
In tisane e vini caldi trova impiego come tonico e sudorifero in caso di debolezza generale, raffreddore, influenza e tosse.

In cucina

La cannella è ottima con torte, frutta cotta, biscotti, creme, muffin e vin brulé, e la si può trovare anche in alcune ricette di tradizione, come stufati, stracotti, salmì.  
Dà una marcia in più a gelati, macedonie di frutta e ricotta. Provatela anche nel caffè, sprigiona un aroma intenso che vi conquisterà.

Avvertenze

Non bisogna abusarne perché dosi elevate di cannella possono provocare nei casi più estremi anche convulsioni (ma non è certo il caso delle dosi usate nei dolci o nel caffè).
Contiene, soprattutto nell’olio essenziale, la cumarina, una sostanza che può essere tossica per il fegato e per i reni.
Se si usa l’olio essenziale sulla pelle per alleviare dolori, crampi o tensione muscolare, potrebbe avere effetti irritanti.
In genere bisogna essere sempre cauti nell'uso degli oli essenziali, sia per uso interno sia per uso esterno e si consiglia di testare sempre l'effetto dell'olio su una piccola porzione di pelle per verificare che non vi siano reazioni allergiche.

Preparazioni

Per il mal di gola: cannella e miele
La proprietà antimicrobica della cannella si unisce all'azione anti-infiammatoria del miele.
Sciogliere un cucchiaino di cannella in polvere in una tazza di acqua calda insieme a due cucchiaini di miele. Il miele va sempre sciolto in liquidi non bollenti o si disattivano tutti i principi salutari.
Per le gengive e le mucose orali ulcerate:
Tintura: 20 g in 100 ml di alcool di 70° (lasciata macerare per 8 giorni). Va messa qualche goccia in un bicchiere di acqua e si fanno gli sciacqui più volte al giorno.

Torna in alto
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.