Cure e rimedi naturali: le proprietà curative di piante e frutta

Tarassaco: disintossicarsi in maniera naturale

Nome latino: Taraxacum officinale Weber
Famiglia: Compositae (Asteraceae)
Dove si trova: è comune in tutta Italia nei prati, nei luoghi erbosi, negli incolti.
Parti utilizzate: la parte con maggiori proprietà terapeutiche è il rizoma, che si raccoglie in settembre-ottobre o in febbraio, prima che la pianta fiorisca. Si essicca al sole e si conserva in vasi di vetro.
In erboristeria molto utilizzate sono anche le foglie giovani (prima che si formino i fiori e i fusti) e i boccioli ancora chiusi.
Raccolta: da fine febbraio ai primi giorni di aprile (le foglie), aprile (boccioli fiorali).
Un po' di storia: il tarassaco è originario dell’Europa e dell’Asia. Dal XVI secolo in poi s’impose come “droga” ufficiale presso tutti i farmacisti, che la indicano con il nome di Herba taraxacom o Herba urinaria.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.