Cibi e stagioni

La natura è generosa se sappiamo aspettare e seguire i suoi ritmi al di là di quelli che possono essere i desideri dell'uomo (penso al nostro bisogno di avere sempre tutto durante tutto l'anno, come ad esempio le fragole d'inverno).

Per essere davvero econologici bisognerebbe rispettare il detto: "Ogni cosa a suo tempo" e "Ogni prodotto ha una sua stagione". Cosa significa questo? 

Significa non acquistare prodotti fuori stagione (o acquistarli il meno possibile) e, soprattutto, prediligere i prodotti locali.

Questa non è solo una scelta ecologica che dà valore alla produzione italiana, limitando l'inquinamento derivante dal trasporto (vi siete mai chiesti infatti quanto inquina un prodotto prima di arrivare sulla nostra tavola?) ma permette anche alle nostre tasche di risparmiare e ai nostri agricoltori di veder rispettati il loro lavoro e la loro fatica.

Fortunatamente il km 0 sta sempre più prendendo piede e con esso la ricerca di prodotti che provengano dalla zona in cui si vive.

La spesa di aprile: dai campi alla tavola

Con aprile assistiamo all'esplosione della primavera.
Ancora non è chiaro da dove derivi il nome di questo mese.
Secondo alcuni deriva dal greco "aphros", “spuma” e sarebbe il mese dedicato ad Afrodite (Venere per i Romani) madre di Enea e antenata di Romolo. Secondo la mitologia greca, infatti, Afrodite nasce dalla spuma del mare.
Fu Romolo, che credeva di discendere da Marte e da Venere, a voler dedicare il mese alla sua antenata. Un mese per lui importante perché il 21 aprile del 753 a.C. fondò Roma.

Secondo altre teorie meno affascinanti, invece, il nome deriverebbe dal latino "aperire", "aprire", indicando con ciò il mese in cui si "schiudono" piante e fiori e c'è il risveglio della natura.

Leggi tutto...

La spesa di marzo: arriva la primavera!

Ecco uno dei periodi più belli dell'anno, quello che prelude alla primavera.
Abbiamo aspettato con trepidazione che le giornate iniziassero ad allungarsi dopo il buio dell'inverno e ora il nostro corpo e la nostra mente fremono per rimettersi in attività e uscire dal piacevole letargo invernale.

Siamo a marzo.
Ma che significato ha questo mese?
Prima di tutto marzo deriva da Martius, mese anticamente dedicato a Marte, dio della guerra e padre mitico del primo re di Roma, Romolo.
Dopo il lungo inverno marzo veniva salutato con la ripresa delle attività (e come non fare iniziare una guerra nel mese del dio guerriero?) grazie anche a una natura in lento ma inesorabile risveglio.
Marzo è il mese dell'equinozio di primavera: il 20 il giorno e la notte avranno la stessa durata e apriremo ufficialmente le porte alla primavera.
Le giornate si allungano visibilmente e dal 26 in poi potremo godere di un'ora in più di luce grazie all'ora legale (quando sposteremo le lancette dell'orologio in avanti di un'ora).
Leggi tutto...

La spesa di gennaio: depurarsi in maniera naturale

Gennaio deriva dal latino Januarius ed è il mese consacrato a Janus, Giano, divinità romana che simboleggia l'apertura e l'inizio. Egli è raffigurato solitamente con due volti, uno rivolto al futuro e l'altro al passato. Custodiva le porte, i passaggi e i ponti, rappresentando ogni forma di passaggio e mutamento.

Oltre ad essere mese di inizio del nuovo anno, è anche il mese in cui si festeggia la befana.
Un tempo per la befana si accendevano dei falò e gli anziani traevano auspici sui raccolti guardandone le fiamme. La befana scendeva dai camini e beveva il vino che le veniva lasciato portando in cambio arance, noci e fichi secchi per i bambini.

Gennaio è il mese adatto per disintossicare il nostro organismo dopo i bagordi delle feste natalizie.

Leggi tutto...

La spesa di dicembre: un pieno di energia

Il mese di dicembre è il più festaiolo dell'anno: lunghe tavolate, sostanziose e prolungate abbuffate.
Dicembre è anche il mese del solstizio d'inverno: il 21 dicembre è la notte più lunga dell'anno.
Anticamente questo mese veniva celebrato dai Romani con la festa del Sol Invictus, il Sole Invincibile.
Si festeggiava il passaggio del tempo attraverso una porta simbolica che dalla massima oscurità, dalle notti più lunghe dell'anno, conduceva al ritorno della luce, iniziando il lento cammino verso la primavera.

Leggi tutto...

La spesa di novembre: un aiuto per rinforzare le nostre difese immunitarie

Novembre prende il nome dal latino novem, “nove” perché era il nono mese del calendario romano, calendario che si apriva con il mese di marzo.
Per i Celti era invece “samonios”, “tempo della semina” mentre per i pellerossa era la “Luna delle foglie cadenti”.
Novembre è il mese in cui la natura si prepara a un lungo sonno, il paesaggio si trasforma e nebbie dense e giornate umide fanno venire voglia anche a noi di entrare in letargo.
Novembre porta però anche l'allegria del vino novello e come dice il proverbio: “A san Martino ogni mosto è vino”!
Frutta e verdura di questo mese ci aiutano a fare il pieno di vitamine per affrontare i primi freddi e rinforzare le difese immunitarie.

Leggi tutto...

La spesa di ottobre: andar per boschi tra i colori dell'autunno

Ottobre è il mese più bello dell'autunno. Quello in cui la natura si tinge di colori e passeggiare nei boschi diventa terapeutico.
Ma è anche il mese in cui iniziamo ad accusare i primi sintomi da raffreddamento, in cui le giornate che si accorciano sempre più creano una sorta di malumore che esorcizziamo passando del tempo fuori casa e girovagando tra una sagra e l'altra.

La natura ci regala in questo mese prodotti che ci aiutano a combattere il cambio di stagione e il senso di apatia e stanchezza psicofisica tipici di questo mese, regalandoci nuova energia.

L'uva e le zucche sono ancora abbondanti, troviamo i primi cachi  e le noci sono pronte per la raccolta.
Vediamo allora nel dettaglio le proprietà di alcuni dei prodotti di ottobre.

Leggi tutto...

La spesa di settembre: una porta sull'autunno

Come cantavano i Righeira negli anni '80 "L'estate sta finendo...".
A settembre l'estate lascia lentamente ma inesorabilmente il passo all'autunno con l'equinozio d'autunno (il 23 settembre) in cui la durata del giorno è uguale a quella della notte.
I giorni si accorciano e ci si prepara mentalmente alle buie giornate invernali, ma l'inverno è ancora lontano e gli scampoli d'estate ci portano a passare ancora del tempo all'aria aperta e a girare tra i paesini in cerca di sagre e allegria.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.