La spesa di dicembre: un pieno di energia
Fonte immagine: Pixabay

La spesa di dicembre: un pieno di energia

Il mese di dicembre è il più festaiolo dell'anno: lunghe tavolate, sostanziose e prolungate abbuffate.
Dicembre è anche il mese del solstizio d'inverno: il 21 dicembre è la notte più lunga dell'anno.
Anticamente questo mese veniva celebrato dai Romani con la festa del Sol Invictus, il Sole Invincibile.
Si festeggiava il passaggio del tempo attraverso una porta simbolica che dalla massima oscurità, dalle notti più lunghe dell'anno, conduceva al ritorno della luce, iniziando il lento cammino verso la primavera.


Dicembre è il mese del trionfo dell'arancione, un colore che dà energia, che colora le nostre tavole e accompagna i pranzi e le cene delle feste.
Carote, mandarini, arance, zucche... un pieno di antiossidanti, di vitamina C, per mantenerci in forma.
Di contro tra le verdure padroneggia il verde con la cicoria, le cime di rapa, i broccoli, i carciofi.
Alimenti che ci accompagneranno in questi mesi invernali e insostituibili alleati durante le feste di Natale poiché ci aiutano a depurarci e facilitano la digestione.
E non dimentichiamo la frutta secca: noci, nocciole, mandorle... una carica di vitamine, un aiuto contro il colesterolo, energia per il cuore e per la mente.

Barbabietola rossa
Cicoria
Cime di rapa
Arance
Mandarini
Pompelmo

Barbabietola rossa

La barbabietola rossa ha molte proprietà nutrizionali, anche se non sembra ancora molto apprezzata in Italia. Francia e Germania ne sono i maggiori produttori.
È ricca di zuccheri, sali minerali e vitamine, è depurativa, ricostituente, favorisce la digestione ed è un valido aiuto in caso di anemia poiché stimola la produzione di globuli rossi.
Il suo colore rosso è dovuto alla presenza di un colorante naturale  - E 162 - molto usato anche nell'industria alimentare.
Ha effetti benefici sul sistema circolatorio e aiuta a contrastare le malattie del fegato e le infiammazioni dell'apparato digerente.
Il consumo costante di succo di barbabietola aiuta inoltre a tenere sotto controllo la pressione alta.

Torna su

Cicoria

Conosciuta fin dall'antichità e apprezzata per le sue proprietà alimentari e terapeutiche, dalla cicoria spontanea sono nate le attuali varietà che troviamo nei banchi ortofrutticoli.
Le foglie e le radici sono considerate un ottimo depurativo del sangue e aiutano nella prevenzione dell'arteriosclerosi e dell'artrite.
È depurativa, lassativa, abbassa la glicemia e facilita la digestione.
I suoi effetti depurativi e disintossicanti si riflettono su tutto l'organismo, compresa la pelle.
L'acqua di bollitura della cicoria può essere usata come decotto, mentre le sue radici tostate vengono usate al posto del caffè.
Le foglie possono essere consumate cotte nelle zuppe o fresche nelle insalate, con il vantaggio di sfruttarne il contenuto di sali minerali e vitamine.
Nell'uso esterno le foglie o il succo delle foglie e delle radici hanno potere emolliente e rinfrescante.

Torna su

Cime di rapa

Ricche di calcio, ferro, fosforo, vitamina C, A, B2.

Hanno un buon contenuto proteico e sono tipiche del Sud Italia, soprattutto della Puglia, che ne è la maggior produttrice.
Sono un naturale disintossicante per l'organismo, sono poco caloriche e adatte in gravidanza grazie al loro contenuto di acido folico. Aiutano in caso di anemia e di astenia.

Si possono mangiare crude o cotte, ma fondamentale è metterci sempre un po' di limone - ricco di vitamina C - per poter assorbire il ferro contenuto nelle cime di rapa.

Torna su

Arance

La pianta è originaria dell'Asia, ma si è diffusa presto in Italia, soprattutto in Sicilia.
I suoi frutti sono ricchi di vitamina C, A, PP oltre che di vitamine del gruppo B.
Sono utili in caso di disfunzioni epatiche e fragilità capillare, in caso di insonnia e nervosismo, sotto forma di infuso di fiori.
Il decotto di scorze, invece, aiuta a digerire e ad alleviare i dolori di stomaco.
In cosmesi la polpa schiacciata e applicata sul viso è un eccellente antirughe mentre il succo dell'arancio amaro, debitamente salato e applicato sulla pelle, attenua le lentiggini.
Il consumo regolare di arance nel periodo invernale permette di mantenere efficiente il nostro sistema immunitario e di contrastare le malattie da raffreddamento, oltre a contribuire alla prevenzione di alcuni tipi di tumori.

Grazie al loro elevato contenuto di vitamina C le arance, oltre a potenziare il sistema immunitario, favoriscono l’assorbimento del ferro, contrastando i problemi di anemia.
Hanno inoltre un elevato contenuto in bioflavonoidi e favoriscono il rafforzamento di ossa, denti, cartilagini, tendini e legamenti.

Torna su

Mandarini

Sono originari della Cina e la loro produzione è tipica del Sud Italia. Come gli altri agrumi, contengono vari tipi di vitamine, soprattutto vitamina C e un notevole quantitativo di fibre, sali minerali e acido folico.

Proteggono il cuore e, come le arance, sono considerati un cibo antitumorale.

Aiutano a regolare la pressione sanguigna, a contrastare la ritenzione idrica e di conseguenza sono un valido alleato contro la cellulite.

Combattono i radicali liberi e aiutano a conciliare il sonno - grazie al loro contenuto di bromo - oltre a sprigionare una fragranza che allevia lo spirito, donando serenità e benessere.
Il loro contenuto di fibre aiuta anche a regolare l'intestino.

Torna su

Pompelmo

Il pompelmo ha proprietà disinfettanti e digestive.
È utile in caso di inappetenza, disturbi del fegato, insufficienza renale, capillari fragili e infezioni polmonari.

È particolarmente consigliato nell'alimentazione degli anziani.
Accelera la trasformazione dei grassi in energia e per questo è indicato a fine pasto per le persone con problemi di sovrappeso.
È ricco di fibre, sali minerali e vitamine A, B, e C.

Ha proprietà antiossidanti e aiuta a mantenere sano l'apparato cardiocircolatorio, oltre ad avere proprietà antitumorali.

Malgrado il pompelmo abbia tanti effetti benefici e salutari, bisogna però stare attenti alla sua interazione con determinate categorie di farmaci, come ad esempio gli antibiotici, antistaminici, ansiolitici o corticosteroidi. È bene sempre chiedere conferma al nostro medico in caso di assunzione di farmaci.

Torna su

Torna in alto
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.