La spesa di gennaio: depurarsi in maniera naturale
Fonte immagine: Pixabay

La spesa di gennaio: depurarsi in maniera naturale

Gennaio deriva dal latino Januarius ed è il mese consacrato a Janus, Giano, divinità romana che simboleggia l'apertura e l'inizio. Egli è raffigurato solitamente con due volti, uno rivolto al futuro e l'altro al passato. Custodiva le porte, i passaggi e i ponti, rappresentando ogni forma di passaggio e mutamento.

Oltre ad essere mese di inizio del nuovo anno, è anche il mese in cui si festeggia la befana.
Un tempo per la befana si accendevano dei falò e gli anziani traevano auspici sui raccolti guardandone le fiamme. La befana scendeva dai camini e beveva il vino che le veniva lasciato portando in cambio arance, noci e fichi secchi per i bambini.

Gennaio è il mese adatto per disintossicare il nostro organismo dopo i bagordi delle feste natalizie.


La spesa di questo mese non presenta molte differenze rispetto a quella di dicembre, poiché ritroviamo sui banchi dei fruttivendoli arance, mandarini, pompelmi, cavolfiori, cicoria, frutta secca.

Quello di gennaio è un paniere ricco di antiossidanti, vitamine, minerali. Un valido aiuto per depurare il nostro fegato, sciogliere i grassi accumulati e aiutarci ad affrontare l'inverno.
Porro e verza la fanno da padroni grazie alla loro caratteristica principale: la resistenza a climi freddi e gelate.
Ma non dimentichiamo questo mese di provare anche le puntarelle!
 
Porro
Verza
Puntarelle
Banane
Ananas
Zenzero

Porro

Se si vuole puntare tutto sulla depurazione non si può tralasciare il porro.
Ricco di ferro, fibre e vitamina A, ha proprietà diuretiche, lassative e antisettiche.
È un ottimo rimedio naturale in caso di anemie, infezioni urinarie e artrite.
Abbassa il colesterolo e rafforza il sistema immunitario.
Contiene un buon quantitativo di vitamina C e discrete quantità di vitamine del gruppo B - tra cui la B12 - .
Tra i minerali oltre al ferro troviamo il magnesio, la silice, il potassio, il calcio e l’acido fosforico.

Il Porro può essere consumato crudo o cotto ed è ottimo per insaporire zuppe o stufati.
L'ideale sarebbe mangiarlo crudo nelle insalate per mantenere intatte tutte le sue proprietà, compresa quella di essere un aiuto per la pulizia dell'intestino.
Se lo si preferisce cotto, bisogna avere l'accortezza di cuocerlo in una vaporiera a fuoco lento, mantenendolo un po’ al dente.

Torna su

Verza

La verza è una varietà di cavolo, ha le foglie croccanti e increspate ed è ricca di vitamine, fosforo, calcio, potassio, sodio e acido folico (importante durante la gravidanza).

Come tutte le crucifere (tra queste il ravanello, il cavolo e la rucola) ha proprietà antitumorali.
Ha proprietà antinfiammatorie e depurative e il suo succo è utile in caso di inestetismi della pelle, artrosi, cistiti.
Il suo decotto aiuta a curare polmoniti e bronchiti.

Torna su

Puntarelle

Le puntarelle sono tipiche del Lazio e sono i germogli della cicoria catalogna, conosciuta anche come cicoria asparago.

Sono ricche di sali minerali e vitamine, soprattutto fosforo, calcio e vitamina A.
Stimolano le funzioni digestive e hanno proprietà diuretiche.

Possono essere consumate crude o cotte ma, come vuole la tradizione, sono da provare crude, con un battuto di aglio e alici e aromatizzate con l'aceto.
Una volta tagliate in strisce vanno messe per alcune ore in acqua fredda per far prendere la tipica forma arricciata. Vengono quindi asciugate e condite. Sono ancora più buone mangiate il giorno dopo.

Torna su

Banane

Le banane ormai si trovano tutto l'anno sui banchi di frutta.
Hanno moltissime proprietà: sono ricche di potassio, fosforo e vitamine soprattutto del gruppo B che agiscono sul sistema nervoso, donando una sensazione di benessere, distendendo i nervi e favorendo il buonumore.

Le banane sono utili per lo stomaco e le difese immunitarie, hanno un effetto antiacido e aiutano in caso di bruciori di stomaco.

Grazie alla vitamina B2 sono un valido aiuto per disintossicare l'organismo, facilitando l'eliminazione delle tossine e favorendo la salute di capelli, unghie e pelle.

Sono utili in caso di anemia grazie al discreto contenuto di ferro e aiutano l'intestino perché sono ricche di fibre.
L'alto contenuto di potassio ha un effetto benefico sul sistema cardiovascolare.

Torna su

Ananas

L'ananas è un valido alleato contro la ritenzione idrica, al pari dell'anguria.

Stimola inoltre la secrezione dei succhi gastrici e facilita la digestione.
La polpa è ricca di fibre, che aiutano a contrastare l'assorbimento dei grassi a livello intestinale.
L'ananas è costituito per il 90% di acqua, vitamine A, B e C, sali minerali tra i quali: iodio, manganese, calcio, potassio e fosforo.
Molto usato in campo fitoterapico è il gambo, che contiene la bromelina. Nella polpa invece ce ne sono minori quantità.

La bromelina ha un’azione antinfiammatoria.
Per questo integratori e farmaci a base di bromelina sono usati per edemi, cellulite, ematomi, tumefazioni e insufficienza venosa.
L’impiego del gambo dell'ananas è efficace anche in caso di ritenzione idrica e obesità grazie alla sua azione diuretica.
La bromelina è sensibile al calore e perde ogni sua proprietà con la cottura.

Torna su

Zenzero

La radice di zenzero negli ultimi anni ha preso piede anche in Italia e non viene più usata solo a livello culinario (con la carne, il pesce, per preparare salse o saporiti biscotti) ma si sta sempre più affermando anche per le sue proprietà curative.

È un tonico generale dell'organismo e ha potere antisettico.
Svolge una potente azione antibatterica contro alcuni agenti patogeni presenti nei cibi commerciali quali la Shigella, l'Echerichia coli e la Salmonella.
Da tempi antichi lo zenzero viene usato per la cura del raffreddore e dell'influenza. È un antibiotico naturale.

È caratterizzato da un gusto forte e aromatico.
Può essere utilizzato in campo alimentare per la preparazione dei cibi o preso sotto forma di tisana, capsule, soluzioni idroalcoliche mantenendo intatto il suo potere curativo.
Nel periodo invernale è ideale per combattere il freddo perché stimola la circolazione periferica.
Basta preparare un gustoso tè allo zenzero.

Torna su

Torna in alto
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.