5 consigli per risparmiare l'acqua del bagno
Fonte immagine: Unsplash

5 consigli per risparmiare l'acqua del bagno

Probabilmente non ce ne accorgiamo o facciamo finta di non accorgercene ma il bagno è il luogo in cui si spreca più acqua.

Mentre ci laviamo i denti la lasciamo inesorabilmente scorrere, casomai pensando alla rata del mutuo da pagare o a quella bolletta in scadenza o a cosa cucinare per cena o riflettiamo sul fatto che dovremmo portare Fido dal veterinario per quella fastidiosa unghietta incarnita...
Questo è solo uno dei tanti modi in cui sprechiamo l'acqua, ma non sentiamoci in colpa, siamo ancora in tempo per riparare!

Come?

Ecco 5 semplici consigli per risparmiare l'acqua del bagno, da condividere con le amiche e con tutta la famiglia perché sono consigli econogici e giovano al portafogli e al mondo in cui viviamo.

 1. Fai le docce e usa il meno possibile la vasca

Questo è un consiglio che avrai letto almeno un migliaio di volte... ma l'hai mai messo in pratica? La vasca da bagno spreca un'enorme quantità di acqua (si parla di cifre tra i 150 e i 200 litri di acqua!). Va bene che il nostro terapista ci ha consigliato di rilassarci con un bel bagno caldo, va bene che la nostra amica ci ha regalato quei profumatissimi oli da bagno e non vediamo l'ora di provarli... ma davvero vogliamo sprecare 200 litri di acqua per godere di un'emozione che può darci anche la doccia?
Ma non basta solo usare la doccia per ridurre lo spreco. È importante anche usare la doccia in modo sostenibile o tanto vale concedersi quel bel bagnetto che sogniamo da lunedì: non lasciamo scorrere l'acqua inutilmente mentre ci insaponiamo e non tentiamo di trasformare la nostra doccia in una sauna godendoci l'acqua calda che intanto scorre inesorabile gonfiando la nostra prossima bolletta. Docce brevi e ristoratrici sono l'ideale :-)

2. Usa prodotti per pulire che non richiedono risciacquo o ne richiedono poco

Partendo dal presupposto che non si dovrebbero usare detergenti chimici (perché sono dannosi sia per la nostra salute sia per l'ambiente), per pulire i sanitari potete usare: acqua e aceto in rapporto di 1 a 1 (una parte di acqua e una di aceto di vino bianco). I sanitari risulteranno splendenti e potete evitare il risciacquo; bicarbonato (va usato come la polvere, ma evitate di metterne troppo o ci sarà comunque spreco di acqua per toglierlo); detergenti ecologici (e vale sempre la regola di non abusarne nel consumo!).

3. Quando ti lavi i denti chiudi l'acqua

Sapevi che quando laviamo i denti e non chiudiamo l'acqua ne consumiamo almeno il 90% in più? Basta poi moltiplicare questa percentuale per il numero dei componenti della famiglia e per il numero di lavaggi che si fanno e il conto è presto fatto. Inutile lasciarla scorrere se stiamo spazzolando ancora i denti, no?

4. Stai attenta allo sciacquone

Gli sciacquoni tradizionali sprecano un quantitativo d'acqua sovradimensionato rispetto alle reali necessità. Per questo è il caso di dotarsi dello scarico a doppio pulsante o, se si ha un vecchio bagno e non c'è possibilità per l'immediato futuro di cambiarlo, si può tranquillamente usare un secchio e riempirlo con l'acqua che ci occorre (usare il secchio ci aiuterà anche a renderci conto di quanta acqua sprechiamo). Ps: è naturale che per i “carichi pesanti” il secchio non basta, ma per i “carichi light” è più che sufficiente il secchio.

5. Non stare a guardare mentre l'acqua si scalda

Per farsi la doccia c'è bisogno dell'acqua calda. Stessa cosa se si vogliono lavare i capelli e molti usano l'acqua calda anche per l'igiene intima o il lavaggio a pezzi.
E l'acqua ha bisogno di scorrere prima di riscaldarsi. E quando scorre va via giù lungo le nostre tubature, persa.
È persa? O la riutilizzate? Ma certo che la riutilizzate!
Prendete l'abitudine di tenere in bagno un secchio (spesso ve ne serviranno anche due se la vostra caldaia è di quelle lente a scaldare) o portatelo in bagno quando sapete che dovete farvi la doccia. Mentre aspettate che l'acqua si scaldi potete riempite i secchi e metterli da parte per altri usi (al posto dello sciacquone, per innaffiare, per lavare i pavimenti, per fare il bagnetto a Fido d'estate e qualsiasi uso vi venga in mente).
All'inizio vi farà fatica abituarvi a questo tran tran con il secchio ma vedrete che poi sarete soddisfatti di quanta acqua siete riusciti a riciclare!

Torna in alto
Se si può risparmiare e allo stesso tempo aiutare anche l'ambiente
perchè non farlo?

diventa anche tu
100% econogico

( Econogico? Cosa significa? )

registrati ora!

oppure accedi utilizzando un account social:

 

L'archivio di risparmio energetico

Accedi oppure Registrati ora!

Accedi utilizzando un account:

 

oppure se sei già registrato a "Una moneta per Gaia" digita le tue credenziali di accesso:

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando un un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.